© 2017 CIMA Infortunistica S.r.l.

Via Milano, 132  -  21034 Cocquio Trevisago (Va) - Italia

Cod. Fiscale e P.IVA 02849420126

Tel. 0332 9710980332 971130  Fax. +39 0332 971067

 

info@cimainfortunistica.it  

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icon
  • Grey LinkedIn Icon

Gestione delle Manutenzioni

ESTINTORI e MANICHETTE IDRANTE

 

CIMA Infortunistica s.r.l. dispone di un sistema integrato di gestione delle manutenzioni, revisioni e collaudi di estintori secondo la norma UNI 9994-1 e delle manichette antincendio secondo la norma UNI 671/1.2.3, nonché di tutte le altre attrezzature antincendio.

 

Con questo sistema è possibile verificare le scadenze delle manutenzioni degli estintori e delle manichette, programmare le uscite, archiviare le operazioni eseguite dal personale; in poche parole, gestire in maniera efficiente tutte le informazioni necessarie alla programmazione ed archiviazione dei dati inerenti ai contratti di manutenzione degli estintori, delle manichette e di tutti gli altri prodotti.

 

Quando il personale effettuerà un’operazione di controllo e manutenzione, non sarà necessario compilare alcun modulo, poiché sarà sufficiente leggere il codice del prodotto con l’apparecchio in dotazione quindi associare l’operazione effettuata sempre per mezzo dello stesso apparecchio.

 

Il sistema permette l’accesso alle principali funzionalità:

 

  • ANAGRAFICHE: clienti, prodotti, operatori, operazioni;

  • GESTIONALE: con l’inserimento delle operazioni giornaliere effettuate è possibile rintracciare velocemente il numero ed il tipo degli estintori, delle manichette e delle altre attrezzature presenti nelle sedi di ogni cliente, nonché visualizzare la cronistoria per ogni estintore, dalla vendita ai collaudi, alle manutenzioni ordinarie e straordinarie e così via;

  • STAMPE: scadenziario controllo semestrale, resoconto visita, pagina registro attrezzature antincendio, situazione cliente, riepilogo operatori e così via. Per realizzare la codifica di ogni estintore e quindi la successiva lettura del codice, è stato implementato un sistema con codice a barre, con un lettore che permette di leggere il codice del prodotto ed associare ad esso l’operazione effettuata tramite una seconda lettura eseguita su un menu in possesso di ogni operatore. Tornato in sede, l’operatore dovrà solamente collegare l’apparecchio all’apposita interfaccia per memorizzare i dati giornalieri. Al termine della procedura sarà fornito al cliente apposito resoconto con l’elenco di tutte le operazioni di manutenzione effettivamente svolte.

MANUTENZIONE IMPIANTI ANTINCENDIO FISSI E MOBILI

 

 

(vedi descrizione delle operazioni)

PORTE TAGLIAFUOCO e MANIGLIONI ANTIPANICO

Una corretta e puntuale manutenzione, oltre all’obbligatorietà imposta dal Decreto Ministeriale 10 Marzo 1998, risulta indispensabile per evitare usure precoci dei serramenti, correggere in tempo installazioni e funzionamenti non corretti, che possono portare a dover cambiare parti costose o addirittura l’intero serramento.

Il D.M. 10 Marzo 1998 obbliga una manutenzione ordinaria con frequenza almeno semestrale (2 interventi in un anno a distanza di sei mesi), sia su porte tagliafuoco, che su qualsiasi altro serramento installato lungo il percorso di fuga, che sia in alluminio, ferro, legno o altro materiale.

Ovviamente, la manutenzione ordinaria semestrale in certi casi non è sufficiente, ci sono serramenti dove bisogna intervenire più spesso, per manutenzioni anche straordinarie, poiché soggetti ad un elevato numero di aperture/chiusure. Fondamentale la corretta sorveglianza e tempestiva segnalazione del guasto dal responsabile della struttura all’azienda incaricata della manutenzione. Ricordiamo sempre che la porta tagliafuoco “soffre” un utilizzo intenso, soprattutto se è prevista con la sola molla di auto chiusura di serie; questo sistema ha il grave difetto di non poter controllare la velocità di chiusura che aumenterà sempre più, fino a causare una chiusura violenta, compromettendo la muratura, il pannello porta, serrature e maniglioni antipanico.